Scegliere di mettersi al volante per affrontare un viaggio lungo in macchina – con gli amici, la famiglia, il partner o i colleghi di lavoro – comporta tutta una serie di accorgimenti e di passaggi preparatori, necessari per rendere l’esperienza piacevole e sicura.

Le vacanze e le ferie rappresentano un momento di svago importante: ogni cosa deve andare per il verso giusto, a maggior ragione se anziché salire a bordo di un aereo o di un treno scegliamo di essere autonomi e di guidare la nostra vettura fino a destinazione. Il viaggio in auto è esso stesso parte essenziale della vacanza: vediamo quali sono tutti gli step da compiere, prima di chiudersi alle spalle la porta di casa innescando l’allarme.

E’ chiaro che la macchina con la quale si sceglie di andare in ferie deve trovarsi nelle migliori condizioni, per assicurare un’esperienza di guida appagante ed evitare ai passeggeri di correre dei rischi inutili. Un check complessivo sarà la miglior cosa da fare iniziando dalle verifiche sul tagliando e la revisione, passando per un controllo approfondito e puntuale alle parti meccaniche, le sospensioni e le gomme. Nel caso in cui queste ultime dovessero risultare usurate e da sostituire l’ideale sarà rivolgersi a portali di esperti online come Gommeplanet. Poi una dritta a livello organizzativo: tenete sempre d’occhio la dimensione effettiva delle vostre valigie, verificando che sia compatibile nel complesso con quella del bagagliaio auto. Certo, qui non ci sono le limitazioni tipiche dei viaggi aerei ma ad ogni modo appesantire la vettura inutilmente – senza lasciare neppure uno spiraglio – non ha senso. Per ogni macchina c’è infatti un ‘carico massimo’ (controllate sul libretto di circolazione).

Programmare le soste, ascoltare musica e audiolibri

Chi si mette al volante dovrà poi preparare una borsa con ciò che potrà essere utile durante il viaggio: dagli snack ai succhi di frutta e altri spuntini per interrompere velocemente la fame facendo una sosta. Dopo un paio d’ore dalla partenza infatti l’appetito – come la sete – potrà iniziare a farsi sentire e occorre essere preparati. Una corretta idratazione, specie se si sceglie di viaggiare con la luce del giorno, sarà altrettanto importante. Un consiglio per scandire le soste?

Programmatene una ogni 150 chilometri circa e tenete a portata di mano nell’abitacolo anche il caricabatterie dello smartphone, soprattutto se vi affiderete a lui per la navigazione e le mappe. Va da sé che tra le cose da tenere sempre vicino, nel caso di controlli da parte delle autorità stradali, ci sono anche i vari documenti. Alcuni accorgimenti sono poi l’Abc della guida sicura, ma ricordarli potrà comunque essere utile a fare mente locale sul tragitto: rispettare i limiti di velocità e le distanze di sicurezza, prestare attenzione alla segnaletica orizzontale e verticale, indossare sempre la cintura (anche nei sedili posteriori). In caso di viaggio ‘in solitaria’, per evitare colpi di sonno o comunque per rendere meno monotono il percorso, la cosa migliore sarà preparare una playlist ad hoc con le canzoni preferite oppure fare il download di un audiolibro.

Se viaggiate con il vostro cane, quest’ultimo dovrà stare dentro gabbie specifiche oppure rimanere nei sedili posteriori separato da una rete rispetto al guidatore. Portate un giocattolo per farlo distrarre, programmate qualche sosta in più.

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.