Le proprietà benefiche del caffè sono così tante che ci si può permettere di consumare tutti i giorni questa bevanda senza dover fare i conti con i sensi di colpa. A spiegarci perché è il team di caffexpert, che ci aiuta a conoscere da vicino tutte le proprietà di questa bevanda.

Perché bere il caffè conviene?

Prima di tutto perché fa diventare più intelligenti. No, non è una battuta: la caffeina, infatti, è in grado di aumentare e migliorare le performance cerebrali. Questa sostanza eccitante presente nel caffè, dopo che il sangue la ha assorbita, fa in modo che l’organismo rilasci una maggiore quantità di dopamina, che è una sostanza che rende i neuroni più attivi. Inoltre, il caffè contribuisce a risollevare l’umore e fa bene al morale. Una ricerca condotta nel 2011 dimostra che bevendone 4 tazzine al giorno le donne vedono ridursi le probabilità di ammalarsi di depressione. Quando si vuole migliorare il proprio umore o si ha bisogno di una carica di energia, insomma, vale la pena di concedersi una tazzina di caffè.

Ci sono altre proprietà benefiche attribuite a questa bevanda?

Uno studio del lontano 2001 sosteneva che bevendo caffè si ha la possibilità di limitare il rischio di ammalarsi di Parkinson. Come noto, questo morbo consiste in una patologia neurologica di carattere degenerativo che colpisce l’equilibrio e il controllo dei movimenti. Quello studio di quasi 20 anni fa, comunque, non è stato un caso isolato, nel senso che nel corso del tempo ne sono seguiti altri che hanno rafforzato tale teoria.

Insomma, la caffeina non è un demone da cui stare alla larga, come veniva dipinta fino a qualche tempo fa.

Decisamente no. Anzi, questa sostanza svolge un ruolo prezioso per il corpo umano anche perché fa da carburante per il metabolismo. È per questo che prima di svolgere attività fisica è auspicabile bere una tazzina di caffè, in modo da migliorare le proprie performance. La stessa caffeina fa aumentare la quantità di adrenalina che circola nel sangue e permette di bruciare i grassi in tempi più rapidi: una buona notizia per chi ha intenzione di perdere peso. E, ancora, una ricerca condotta ad Harvard nel 2014 mette in evidenza che un incremento del consumo di caffè consente di ridurre le probabilità di ammalarsi di diabete mellito di tipo 2. Questa patologia, che coinvolge il metabolismo, mantiene i livelli di glicemia (cioè gli zuccheri nel sangue) alti.

Il caffè ha un ruolo nella prevenzione di altre malattie?

I polifenoli e altri componenti specifici che si ritrovano in questa bevanda di certo offrono un supporto prezioso alla prevenzione di diverse tipologie di tumore: è il caso, in particolare, del cancro dell’endometrio, di quello del fegato e di quello della faringe e del cavo orale. Sono ancora in corso, invece, ricerche relative alla capacità del caffè di prevenire il cancro del colon retto; si sa, infine, che esso contribuisce a contrastare la cirrosi epatica.

In sintesi, qual è il numero ideale di tazzine di caffè che si dovrebbero bere ogni giorno?

Chiaramente evitare gli eccessi è una regola d’oro che vale per tutti gli aspetti della vita quotidiana, incluso questo. Si può affermare che bevendo un numero di tazzine di caffè compreso tra le 3 e le 5 al giorno si può accrescere la protezione nei confronti delle malattie cardiovascolari, riducendo il rischio di scompensi cardiaci, di ictus e di infarti. Uno studio effettuato nel 2015 ha rilevato che chi consuma caffè in modo abituale ha meno colesterolo e può contare su arterie più sane.

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.