Quando si ha bisogno di progettare uno spazio, spesso gli architetti e i designer, gli arredatori e i progettisti, fanno ricorso al rendering 3D. Questa tecnica consente di rappresentare in modo tridimensionale le creazioni sia che esse riguardino degli interni, sia degli esterni. Il rendering – lo dice la parola stessa – è una resa realistica del progetto. Immaginate la classica piantina planimetrica che il geometra o l’ingegnere presentano per il progetto di una casa: il rendering consente una visualizzazione in 3D concreta, con l’esplorazione dell’ambiente attraverso l’uso di sofisticati programmi di grafica. I più noti programmi si dividono tra open source e proprietario, con questi ultimi che fanno la parte del leone, come ad esempio Autodesk 3DS, CAD3D e Cinema 4D. Queste suite complete consentono di progettare spazi di tutti i tipi, dando le chiavi per aprire uno studio di progettazione e design, per geometri, ingegneri, grafici e architetti.

La qualità del rendering 3D consente una progettazione interattiva, che mostra gli spazi, gli arredi, le pareti, le luci in modo realistico e appropriato dando possibilità al cliente di “immaginare” lo spazio ben oltre la propria fantasia. Questi programmi, se usati correttamente, costituiscono un’ottima leva commerciale per i professionisti che intendono “vendere” i loro progetti.

Il rendering 3D: campi di applicazione

La definizione in 3D fotorealistica degli interni

Utile per arredatori per rappresentare al meglio come sarà una casa o una stanza una volta applicate le modifiche. Grazie a molteplici modelli, realizzati appositamente o scaricati da librerie proprietarie, è possibile inserire luci, finestre, porte, effetti ombra, arredi e complementi principali con un’animazione cinematografica ed effetti di inquadratura assolutamente realistici, che faranno apprezza al meglio al cliente le idee grafiche del professionista.

la definizione di esterni in 3D

Si usa sia per la presentazione di un progetto di una singola abitazione, sia per il rendering di interi edifici e stabilimenti nonché di cantieri. In edilizia dunque ha uno scopo molto rilevante perché può essere utilizzato nell’ambito di un cantiere di lavori pubblici, mostrando esattamente come sarà il progetto ultimato. Anche qui la tecnica del singolo professionista può fare la differenza per rendere il progetto in 3D fotorealistico e assai simile al risultato finale.

Sezioni 3D e planimetrie

Nell’arredamento questa opzione consente di visualizzare una camera da una particolare angolazione, semplicemente muovendo con il mouse sulla rappresentazione grafica, al fine di ottenere uno spaccato molto realistico – dall’interno, con visuale panoramica umana – delle trasformazioni ottenute. Si può fare lo stesso con singoli complementi d’arredo, per verificare – ad esempio – se stiano bene in una determinata posizione e con una combinazione particolare di colori.

Prezzi del rendering 3D e professionisti

Di fatto il rendering ha ampie applicazione e può essere usato anche per singoli oggetti. I servizi di rendering sono spesso offerti da professionisti che uniscono le competenze tecniche professionali classiche a quello dell’utilizzo di grafica avanzata. È possibile ottenere prezzi low cost cercando sul web tra i vari servizi offerti da studi affermati e di giovani. Un programma di grafica tridimensionale in genere ha un prezzo abbastanza elevato e soprattutto richiede dimestichezza, per questo motivo conviene sempre affidarsi a uno studio di rendering con competenza specifica.

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.