Il mare evoca un senso di avventura ed eccitazione che a raccontarlo ci si perde molto, eppure emoziona. I grandi racconti di mare come quelli di Conrad e Salgari tempestano la nostra mente di suggestioni, suoni, odori, voci e sentimenti. Nel mare c’è qualcosa di ancestrale che ci riguarda e che ci tocca tutti dal profondo. E forse niente come le vacanze in barca a vela, cioè l’opportunità di passare del tempo libero nel mare, rievoca questo antico spirito, questo connubio stretto che c’è tra la natura – con le sue distese oceaniche – e l’uomo. Perché in fondo, quando parliamo di mare, di navigazione a vela, stiamo probabilmente rievocando il nostro passato, come se sentissimo che anche noi proveniamo da lì e che non siamo sempre stati sulla terraferma.

Perché scegliere le vacanze in barca a vela allora

Questo rapporto stretto tra uomo e mare non va semplicemente a gusti, chiunque abbia fatto una traversata prendendo gli spruzzi dell’acqua salata in faccia, sa che c’è dietro qualcosa di epico, anche in un piccolo viaggio. L’uomo sente da sempre il richiamo dei mari e la colonizzazione di isole lontane è avvenuta per questo inconfondibile appello. La vela poi da modo di metterci a gara con la natura, sondare le nostre forze, capire quanto essa è superiore, e quanto è bello e avventuroso mettersi alla prova.

Marinai esperti o dilettanti, novelli e provetti, trovano sempre la stessa gioia ogni volta che secondo dal porto. “Non mi stancherò mai del mio lavoro”, dice Andrea Angelini della Megaridecharter, che organizza vacanze in barca a vela alle Isole Eolie, alle Baleari e anche ai Caraibi. “Sono anni che esco in mare con i miei clienti o per spostare le barche e i catamarani da una zona all’altra e riprovo ogni giorno le stesse emozioni”.

Dove andare in barca a vela

La pianificazione di una vacanza in barca a vela è fondamentale. Programmare non significa solo mettersi al riparo dalle sorprese, ma anche rispettare l’elemento in cui ci muoveremo: l’acqua. Per scegliere la destinazione occorre avere sotto mano una cartina o comunque una guida turistica, i panorami sono diversi e le isole e le coste che si visitano hanno da offrire cose diverse. Una vacanza ai Caraibi, per esempio, la si può fare praticamente in ogni periodo dell’anno, ma i proprietari delle agenzie di charter nautico come Angelini preferiscono organizzarle quando da noi è cattiva stagione: “Sono le migliori crociere in barca a vela, ai Caraibi la temperatura è sempre mite, ma bisogna ovviamente evitare la stagione degli uragani, che in Italia coincide con fine agosto e fino all’autunno inoltrato. Per questo il periodo migliore è sicuramente tra fine inverno e primavera”. Diversamente una vacanza nel Mediterraneo si programma meglio in estate, tra Giugno e Settembre”.

Le principali destinazioni

Nel Mediterraneo le destinazioni preferite dai turisti sono quelle della costa italiana e della costa greca. Indubbiamente le isole Eolie sembrano essere un must, per la varietà di ambienti, stili di vita e divertimento che offrono: Lipari, Panarea, Stromboli e Vulcano, per citarne solo quattro delle sette, situate a nord della provincia di Messina. Le isole del Mar Egeo sono talmente tante che offrono infinite possibilità di rotte e itinerari, che conviene scegliere con attenzione: Mykonos, Kos, Rodi, Lintos, Santorini sono solo alcuni dei nomi da tenere in considerazione, oltre alla magnifica Creta. A occidente le Baleari sono sempre un’attrattiva. Super affollate nella calda estate, viste dall’esterno, cioè dal mare, hanno un aspetto molto intrigante. Il bel mare di Formentera va molto al di là dello stato di glamour che ha raggiunto in questi anni.

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.