Se si è stufi di preparare il caffè sempre con la solita moka e si ha voglia di assaporare una tazzina di caffè diverso, preparato in un modo quanto più possibile simile a quello del bar, l’unica soluzione è quella di decidersi a passare alle macchine per caffè espresso, che hanno rivoluzionato il modo di preparare il caffè espresso in casa. Vediamo quali sono le principali tipologie di macchine da caffè espresso.

Quanti tipi di macchine da caffè espresso esistono?

Da must è diventata sempre più una moda: il caffè che si prende al bar per il piacere di assaporarne il vero gusto, oggi viene facilmente preparato anche in casa grazie all’utilizzo di una delle tante macchine per caffè espresso che si possono trovare sul mercato. Anche gli appassionati di caffè, per i quali il rito della tazzina non è solo un mero momento di pausa ma una vera e propria degustazione, si sono arresi di fronte alle macchine per caffè espresso che oggi utilizzano le miscele più buone per permettere di ottenere in casa il caffè come quello del bar. Molti sono i fans delle macchinette, ma non tutti sanno come scegliere il tipo di macchinetta più adatta per gustare una tazzina di caffè ad hoc. La classica domanda che ci si pone è: Qual è la migliore macchina tra cialde, capsule e manuale?.

Proprio per poter rispondere a questa domanda, bisogna verificare tutte le informazioni su ogni tipo di macchinetta e se effettivamente possono soddisfare le proprie esigenze e aspettative. Le macchine da caffè espresso più moderne consentono di poter usare sia le capsule, che le cialde che il caffè in polvere, e ci sono alcuni modelli che permettono di fare tutte e tre le preparazioni ma che non danno gli stessi risultati di quelle più specificamente dedicate a un unico prodotto. Le macchine per caffè espresso che usano le capsule si rivelano la soluzione migliore per chi vuole una tazzina di caffè da preparare in modo pratico e semplice: basta solo inserire la capsula della qualità di caffè scelta e il gioco è fatto. Per questo motivo oggi sono molto gettonate, anche da chi non è solito preparare un buon caffè con la moka oppure da chi vuole subito la tazzina da sorseggiare: si tratta di modelli che derivano direttamente dal sistema a cialde, resi però ancora più semplici.

Cialde, capsule o caffè in polvere?

A differenza delle cialde in carta che possono incastrarsi o strapparsi, le capsule sono rigide e conservano il caffè in modo perfetto e incolume: infatti, la polvere del caffè resta sempre fresca all’interno della monodose che permette di ottenere in due minuti un tipo di caffè uguale a quello del bar. Il grande vantaggio di queste macchine per caffè espresso è di avere le capsule con la quantità di caffè ben dosata per cui se proprio si vuole allungare il caffè o, al contrario, se lo si vuole più ristretto basta fermare la macchinetta al momento opportuno, inoltre diversamente dalla moka la macchina a capsule non sporca e il caffè viene sempre perfetto. Le macchine per caffè espresso a cialde di carta sono un’evoluzione delle tradizionali macchinette solo che contengono un filtro specifico per le cialde.

Le cialde, come le capsule, sono già dosate con la giusta quantità di caffè adatta a riempirne una tazzina e sono sicuramente pratiche e veloci da usare, solo che la qualità del caffè non è sempre garantita e questa rappresenta la maggior differenza rispetto alle capsule e al caffè in polvere. Un piccolo svantaggio è che essendo di carta, le cialde tendono a strapparsi mentre le si inserisce nelle macchinetta, e il caffè ottenuto non è cremoso allo stesso modo di quello delle capsule, inoltre la cialda tende a sporcare di più della capsula. D’altra parte proprio perché di carta, le cialde rappresentano la scelta migliore dal punto di vista ecologico perché hanno in basso impatto ambientale e diversamente dalle capsule, è possibile trovare in cialda qualsiasi bevanda calda. Infine, le macchine per caffè espresso manuali sono quelle in cui bisogna calibrare la giusta quantità di caffè in polvere che va pressato prima di agganciare il braccetto alla macchinetta. Sono praticamente quelle che si usano al bar, per questo sono anche quelle più scelte da un certo tipo di consumatore di caffè, più esperto ed esigente a cui piace una degustazione più personalizzata.

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.