La musica è un valido alleato di mamme ed educatori. Le canzoni permettono di calmarli per un po’ di tempo e nello stesso momento aiutano loro nell’apprendere. La musica per bambini è quindi una cosa seria che non va mai sottovalutata. In questo elenco troveremo coloro che non hanno preso sottogamba questo settore, realizzando le migliori canzoni per bambini. In particolar modo si cercherà di capire se su Youtube questo settore è fervido e se ci sono canali che si sono distinti a riguardo.

In questo modo tanti genitori sapranno cosa e come cercare nel momento in cui sentono l’esigenza di dover far ascoltare della musica ai più piccoli. Infatti, con lo svilupparsi della tecnologia questo canale è diventato tra i più usati. Inoltre, si parlerà anche di hardware ossia di quegli oggetti che nel concreto possono rendere un po’ più semplice il delicato ruolo della formazione dei bambini. Nello specifico si vedrà se bisognerà usare determinate casse e se la risposta è affermativa, quali tipologie sono più adatte per comodità, efficienza e risparmio. Una guida dunque indispensabile.

Dove cercare le migliori canzoncine per bambini?

Il 14 febbraio del 2005 viene lanciato un sito web che rivoluzionerà il mondo della musica e dell’intrattenimento. In quel periodo nasce infatti YouTube. Per i primi 3 anni solo gli statunitensi ne compresero il potenziale effettivo mentre in Italia questo portale si è ampliato ed ha riscosso le attenzioni del pubblico con diversi anni di ritardo.

Quando ciò è successo però sono accadute due importanti trasformazioni. In primis il mondo della produzione discografica si accorse del fatto che pubblicando i video ufficiali dei brani su Youtube era possibile ottenere un maggior riscontro nel mondo giovanile. Il secondo cambiamento invece è dato dal ramificarsi dei canali della piattaforma. Per dirla in maniera semplice un sempre più grosso numero di persone aveva deciso di aprire un canale YouTube, affrontando una determinata tematica, proponendo uno specifico formato o ancora occupandosi di un settore preciso. E per questo che nacquero anche i primi e principali canali di canzoncine per bambine.

Quindi è necessario usufruire di YouTube in quanto ad oggi appare come l’unico contenitore di musica ricco e gratuito allo stesso momento. I software però non bastano. Immaginiamo una maestra che per insegnare l’alfabeto ai bambini decide di far ascoltare loro una canzone a riguardo. Se questa classe è parecchio caotica, come spesso capita con quelle formate dai bambini più piccoli, è palese che si dovranno utilizzare delle casse potenti e da portare con se, senza troppi problemi.

Sono quindi vivamente consigliate casse che possano essere collegate al pc o cellulare senza fili, che abbiano 10 ore di autonomia, aventi almeno due diffusori distinti. Tutte queste caratteristiche sono scritte sempre sul retro della confezione. Quindi non bisogna demoralizzarsi. Una semplice ricerca in un buon negozio di elettronica darà i frutti sperati. Per maggior sicurezza sarebbe ancora meglio trovare delle casse audio impermeabili e portatili. Potrebbe capitare che un bambino distrattamente rovesci dell’acqua sulle casse e un episodio del genere potrebbe nullificare ciò che era stato dettagliatamente preparato.

Da precisare anche che non sempre i dati riportati sulla scatola contenente la cassa sono corretti. Qualche volta ad esempio l’autonomia presentata potrebbe essere indicativa ossia diversa dalla realtà dei fatti. Se dunque sono acquistate in funzione di una giornata particolarmente lunga sarebbe meglio procurarsi una batteria universale. Anche questa non è ne difficile da trovare ne particolarmente costosa e potrebbe essere quella con cui si carica il proprio cellulare. Così facendo si avrà sempre a disposizione un modo per caricare o tenere sempre accese le casse wireless.

Il materiale che riveste il prodotto abbiamo già visto che è fondamentale. Magari l’impermeabilità non è una caratteristica necessaria ma la resistenza si. Sarà dunque importante fare attenzione nel scegliere una cassa non troppo delicata. Inoltre, a volte all’interno della confezione è presente anche una custodia, con cui ammortizzare gli eventuali urti. Se dunque una determinata marca prevede inclusa nel prezzo anche una custodia, va presa in maggior considerazione rispetto ad altre proposte. Si sa che i bambini sanno essere un po’ distratti e a volte altrettanto maldestri.

Musica per bambini. I migliori 5 canali youtube italiani

Coccole Sonore è un progetto nato in seno ad una Casa Discografica ossia la DNA sita a Pesaro. Per diverso tempo ha realizzato piccoli progetti musicali per i più piccoli finché nel 2009 ha deciso di approdare sul web. E nel giro di poco tempo il suo canale YouTube ha ottenuto un clamoroso successo. Le ragioni sono semplici. Le canzoni che per tanto tempo ha realizzato e continua tutt’oggi a farlo sono state accompagnate da animazioni 3D di grande effetto.

Canzoni per bimbi nasce come sito internet votato all’apprendimento dei più piccoli. Il suo ingrediente segreto è stato sempre quello di affrontare ogni argomento, dalle tabelline al mondo che ci circonda, con canzoni specifiche. Aprendo il proprio canale video ha ottenuto grandi riscontri e il seguito è aumentato quando ha cominciato a caricare anche vecchie sigle televisive, filastrocche e canti popolari nonché veri e proprio brani di cantautori emergenti o affermati nel settore.

Bambinicanzoni.it si definisce un laboratorio di sperimentazione per il mondo infantile. Alla base del progetto c’è una grossa fiducia nella baby dance che sa essere adatta per i più piccoli, che possono divertirsi e apprendere, ma anche per le persone adulte o comunque per ragazzi più grandi, che tendono a divertirsi spesso alle feste in questo modo. Il progetto è inserito in un contesto più ampio in cui confluiscono le animazioni della Scimmietta Gratta Gratta, della Nuova Fattoria e del Bruco Tricolore. Storie che sono presenti sul sito come disegni da colorare ma che hanno determinato il successo delle animazioni presenti sul loro canale Youtube.

Lo Studio Lead è una casa discografica attiva nel settore da tanti anni. Basti pensare che ha collaborato con artisti quali Albano, Franco Battiato, I Nomadi e tanti altri ancora. Da tempo però questa realtà si occupa anche di musica per bambini. La ragione sta nel fatto che quest’etichetta più che sullo sviluppo di importanti progetti di grandi artisti, punta sulla sua storica attività di talent scout. Il suo canale YouTube dunque è una palestra per coloro che vogliono farsi le ossa, cantando musica per bambini.

MelaMusic.it si occupa di tutto quel che riguarda la formazione infantile. Infatti realizza libri scolastici per asilo ed elementari e produce cd contenenti canzoni per i più piccoli. Anche questa realtà da qualche tempo ha deciso di caricare video su Youtube. Si tratta di un progetto molto minuzioso. Tutto infatti viene diviso per categorie. Ci sono libri per la grammatica, per le tabelline etc … e così anche le canzoni che scelgono di rilasciare. Ognuna ha la sua funzione educativa specifica.

Musica per bambini. I migliori canali youtube stranieri

LooLoo Kids è un canale youtube inglese di gran successo. Nato il 5 agosto del 2014, il canale nel giro di 4 anni ha raggiunto in totale più di 4 miliardi di visualizzazioni. LooLoo offre una serie di filastrocche accompagnate da animazioni 3D che rappresentano delle vere e proprie piccole storie. Le varie avventure animate accompagnano il bambino nella sua formazione. Alcuni contenuti sono adatti anche per ragazzi di età maggiore.

ToyCantando è un progetto per il mondo dei più piccoli, attivo in Spagna da diversi anni. Si occupa di editoria infantile e di musica per bimbi. Dal 2009 sceglie di portare avanti anche un canale youtube che sortisce da subito grandi attenzioni. Oltre al gioco e all’apprendimento scolastico e prescolastico la realtà è incentrata su obiettivi molto ambiziosi, in quanto tenta di dare ai piccoli, principi e valori con cui loro crescendo possono rendere la società un luogo migliore.

Kinderlieder zum Mitsingen und Bewegen è un progetto tedesco indirizzato a diverse realtà: scuole, circoli privati, feste e quant’altro. Insomma tutto ciò che coinvolge i bambini. Con semplici e divertenti filastrocche cercano di educare senza annoiare. Dal 24 gennaio del 2014 è presente anche su YouTube.

Altro canale straniero di gran seguito è il portoghese O Reino Das Crianças. Attivo dal 2014, presenta una gran varietà di canzoni e video ad hoc creati appositamente per i bambini. Dalla Francia nel 2006 è arrivato Monde des Titounis. Da più di dieci anni ogni settimana carica un nuovo contenuto. Un lavoro assiduo votato alla formazione dei più piccoli che con ognuno di quei video apprendono qualcosa di nuovo.

Altri canali da tenere d’occhio sono Super Simple Songs, Chu Chu, El Reino Infantil, Little BayBum, Dave and Ava, Gallina Pintadina, Bleta, Suomen Lasten Lauluja, Danske Bornesange. 

Per i tuoi figli quindi c’è tanta musica da ascoltare

Riassumendo è possibile affermare che YouTube rappresenta ormai una piattaforma ricca e variopinta, che risponde alle esigenze di genitori ed insegnanti pronti ad usare tutte le strategie possibile per educare divertendo i più piccoli. In Italia ci sono diversi canali di gran successo che aggiornano i loro portali costantemente.

Filastrocche, piccole animazioni 3D, canzoni a tema ed altro sono elementi che abbondano su queste piattaforme virtuali. Inoltre, si vede quanto possa essere d’aiuto l’uso di potenti e resistenti casse audio trasportabili. Ed è stato doveroso precisare quanta attenzione serva per poter scegliere il modello adeguato.

Altrettanto importante però risulta essere istruirsi con una corretta guida al loro funzionamento. Sono infatti prodotti all’avanguardia e come tali forse non semplici da usare per chi non ha dimestichezza con la tecnologia. Sia sul web che in cartaceo non è difficile trovarne una. E sanno essere precise, semplici e adatte anche ai meno esperti.

Dando uno sguardo ad altri paesi scopriamo che da diversi anni, persino dal 2006, si è intuita la fondamentale importanza che ricopre il web e dunque YouTube nella nostra società. Dall’Inghilterra alla Francia passando per la Germania, la Spagna, la Danimarca e il Portogallo, troviamo progetti simili ai nostrani.

Dunque se è vero che gioco e musica da sempre ricoprono un ruolo fondamentale nell’educazione, non bisogna farsi troppi problemi nell’adoperarli per insegnare le tabelline, l’alfabeto, le addizioni ed altre piccole cose che possono sembrare semplici da spiegare ma che in realtà possono apparire più ostiche di quanto si possa credere.

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.