Tra i tanti articoli tecnici in gomma che si possono realizzare per scopi industriali, i supporti gomma antivibranti vengono impiegati in modo particolare nel comparto automobilistico. Si tratta di componenti a cui si ricorre allo scopo di attenuare le vibrazioni che vengono prodotte dai macchinari o comunque da strumenti di altro genere che, appunto, emettono delle vibrazioni. Questi oggetti in gomma sono muniti di supporti per mezzo dei quali possono essere fissati alle strumentazioni a cui sono destinati. In genere sono realizzati con materiali resistenti, tali da riuscire ad assorbire le vibrazioni che le macchine producono.

Come sono fatti i supporti gomma antivibranti

I supporti antivibrator sono progettati e realizzati a seconda della forza e del peso della specifica macchina a cui devono essere applicati: proprio per questo motivo sono molto diversi gli uni dagli altri, sia per le dimensioni che dal punto di vista della forma. Nella maggior parte dei casi sono realizzati in poliammide, ma può essere previsto l’inserimento di componenti accessori, per esempio in acciaio, o di gomme antiscivolo. Lo stelo può essere fisso o snodabile, ma in tutti e due i casi si ha a che fare con particolari proprietà a supporto dei diversi macchinari.

La produzione dei supporti

Il processo di produzione dei supporti gomma antivibranti prevede l’estrusione della plastica che, in seguito, viene sottoposta a pressione su specifici supporti. La peculiarità più significativa di questi elementi è rappresentata dalla loro capacità di aderire al terreno in maniera ottimale. Realizzati in modo da non subire deformazioni, questi supporti non vengono alterati dal contatto con oli abrasivi o sostanze chimiche, che – come noto – rappresentano una costante a livello industriale. Le modalità di utilizzo e il meccanismo di funzionamento sono piuttosto semplici da spiegare: si posizionano i supporti in corrispondenza della base del macchinario, così che le eventuali vibrazioni possano essere attutite e lo stesso avvenga con i vari rumori che sono determinati dal funzionamento degli impianti.

Quando e come si usano i supporti gomma antivibranti

Sono davvero tanti i contesti in cui è possibile adoperare i supporti: si va dalle lavatrici industriali ai motori elettrici, passando per i tubi di smistamento di materiale, le centrifughe, i macchinari stradali, i macchinari edilizi, i compressori, e così via. Ciascun macchinario richiede uno specifico mix di plastiche a seconda della destinazione di utilizzo: così si ha l’opportunità di assicurare non solo una riduzione completa delle vibrazioni, ma anche il massimo della flessibilità e i più elevati standard di robustezza.

Tutti i pregi dei supporti antivibrator

Come è facile intuire, i supporti antivibrator si rivelano degli alleati utili e preziosi a livello industriale, al punto che nel corso degli anni più recenti questi strumenti hanno fatto registrare uno sviluppo più che significativo. Ciò ha permesso di ridurre gli inconvenienti correlati alle vibrazioni. I supporti in gomma possono avere dimensioni differenti, proprio perché si applicano agli impieghi più vari. In commercio ci sono anche soluzioni economiche, che poi corrispondono ai supporti che si applicano sugli elettrodomestici comuni che ognuno di noi ha in casa, dalle lavatrici alle asciugatrici, passando per le lavastoviglie.

La funzionalità dei supporti gomma contro le vibrazioni

Insomma, si tratta di basamenti che, pur avendo dimensioni ridotte, in realtà si caratterizzano e si fanno apprezzare per una funzionalità straordinaria, essendo in grado di allungare la vita degli elettrodomestici di parecchi anni. Ogni prodotto ha peculiarità uniche che contribuiscono ad incrementare la longevità degli apparecchi a cui esso viene applicato: la tecnologia serve, quindi, a ridurre la produzione di rifiuti nel tempo, con benefici sia a livello ecologico che a livello economico.

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.