I video aziendali sono eccellenti strumenti di comunicazione dei prodotti e dei valori aziendali. Creare un ottimo video aziendale significa creare un potenziale di pubblicità nel tempo, ed il video marketing, non a caso, è sempre più in crescita fra i professionisti negli ultimi anni. Le statistiche ci dicono che i video sono molto amati ed apprezzati anche dai consumatori. 

Diverse statistiche hanno rilevato che dopo aver guardato un video il 64% degli utenti ha più probabilità di acquistare un prodotto, che l’uso di un video su una pagina di destinazione può aumentare le conversioni dell’80%, che il 90% degli utenti ritiene che i video siano fondamentali per il processo decisionale che porta all’acquisto. 

Ora che sappiamo che il video aziendale è uno degli strumenti di marketing migliori dell’epoca contemporanea, come sfruttarlo al meglio sui social? I social network sono un’altra potente arma nelle mani del pubblicitario, il quale li può sfruttare per veicolare un contenuto cercando di farlo diventare virale. 

Puntare ai social per la pubblicizzazione del video aziendale quindi è una buona idea, ma bisogna sapere come fare. 

Veicolare il messaggio sui social 

Facebook, Instagram sono i due social sui quali i video hanno avuto senza dubbio il migliore successo. Partendo dal celebre social blu, come sappiamo i video possono essere caricati da desktop o da smartphone e la cosa migliore che può avvenire è che diventino virali. Per diventare virale il contenuto deve essere assolutamente particolare, originale, e in genere deve contare su una fan base di un certo tipo; ecco perché se si è alle prime armi su Facebook e con pochi seguaci questa formula potrebbe non funzionare. Infatti, i video su Facebook danno dei buoni risultati e rappresentano un investimento ponderato sempre che si abbia una buona base di follower di partenza che possano interagire con esso, condividerlo. 

I video su Facebook hanno durata limitata (massimo 20 minuti) e purtroppo al di fuori della piattaforma sono invisibile, e non sempre è semplice condividere nel link una call to action o un link che sia visibile agli utenti. Questi sono i limiti del social, che per il resto rimane eccellente per condividere video e sperare che possano diventare virali. 

Instagram ha 300 milioni di utenti attivi tutti i mesi. La durata dei video però è estremamente breve: non più di 60 secondi, l’ideale per un messaggio “mordi e fuggi”. Sappiamo bene che un video, se prodotto bene, può lasciare un buon messaggio ed una call to action anche in un solo minuto. Instagram è la piattaforma preferita dai Millennial e dal pubblico giovane, inoltre è ideale per “umanizzare” e rendere trendy il brand. 

Non è però adatto per chi intenda creare contenuti strutturati che quindi sono fisiologicamente più lunghi di 60 secondi; per questo è meglio Facebook, per lanciare messaggi emotivi, invece, Instagram è sicuramente la piattaforma social migliore. 

Per video di qualunque durata, la piattaforma migliore è ovviamente YouTube. Ricordiamo però che un eccellente video aziendale in genere non dura che dai 2 ai 5 minuti, salvo alcune eccezioni.

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.