Lo stiro è una di quelle operazioni che la maggior parte delle persone odiano. Del resto occorre anche una certa pratica per stirare alla perfezione, oltre ad aver lavato e asciugato il bucato nel modo migliore. Molte persone preferiscono non stirare buona parte del bucato, anche se conviene ricordare che anche una semplice e veloce passata con il ferro da stiro conferisce ad ogni capo, anche ad asciugamani e strofinacci, una consistenza perfetta, morbida e piacevole al tatto. Grazie ai segreti Yougenio per stirare alla perfezione molti potranno imparare come fare, senza creare grinze o impiegare moltissimo tempo per ogni singolo capo.

Lo stiro comincia dal lavaggio

La prima questione fondamentale è questa: se non si lava in modo corretto lo stiro può diventare un incubo. Si perché una centrifuga eccessivamente “violenta”, o anche un lavaggio scorretto per le caratteristiche del singolo apo, possono causare grinze difficili poi da togliere con il ferro da stiro. Questo soprattutto per capi come le camicie o anche per tessuti delicati, come la seta o alcune tipologie di cotone. Meglio quindi evitare le centrifughe ad altissima velocità, e oggi ci sono in commercio lavatrici che superano tranquillamente i 1400 giri al minuto! Conviene anche verificare su ogni singolo capo il tipo di lavaggio più indicato; le etichette interne ai vestiti infatti riportano non solo il tipo di lavaggio che è più indicato, ma anche la temperatura o l’eventuale necessità di evitare il candeggio. Seguire queste regole permette anche di rovinare meno i capi, mantenendo i colori solidi e brillanti a lungo nel tempo.

L’asciugatura

Anche la fase dell’asciugatura è importante per avere dei capi morbidi e facili da stirare. Il primo passo sta nell’evitare di asciugare troppo ciò che si deve stirare; che si stenda sul classico stendino, o che si utilizzi l’asciugatrice, poco importa: è sempre meglio cominciare a stirare i capi quando sono ancora leggermente umidi. Un capo d’abbigliamento asciutto ha infatti grinze e segni difficili da togliere con il ferro da stiro. Se si utilizza il classico stendino, è bene applicarsi qualche minuto in più per fare in modo che i capi siano ben stesi, senza accavallamenti o grinze di ogni genere. Tirarli leggermente mentre sono ancora bagnati permette di limitare in seguito la necessità del ferro da stiro.

Scremare il bucato da stirare

Questa è un’operazione che in molti fanno: selezionano accuratamente ciò che necessita di stiro, e ciò che invece si può tranquillamente piegare e riporre nel cassetto. Gli asciugamani, tutti i panni piatti e di forma regolare, non devono necessariamente essere stirati. Dopo averli piegati si può semplicemente dare una passata con il ferro alla corretta temperatura, per ottenere la giusta consistenza. Se poi abbiamo moltissime cose da stirare, tanto che rimangono sull’asse da stiro per giorni e giorni, allora è meglio farsi dare una mano dai professionisti del settore. Oggi è possibile contattare anche in rete persone disposte a stirare per noi, ovviamente dietro compenso. Il risultato però sarà perfetto e i nostri capi più complessi da stirare avranno l’aspetto di quando li avevamo appena acquistati.

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.