A chi non piacerebbe potersi permettere una bella casa in centro a Milano? Purtroppo queste località non sono accessibili a tutti e dunque si cerca di ripiegare in abitazioni comunque sempre nelle grandi città, ma magari in periferia. Milano, ad esempio, è piena di piccole cittadine, frazioni, paesi in periferia che possono garantire una buona qualità della vita, con i costi delle case decisamente più accessibili rispetto a quelli presenti in centro città.

Soprattutto per i più giovani, ma anche per i lavoratori, quello di scegliere di andare a vivere in periferia a Milano potrebbe rivelarsi come la scelta più giusta e sensata soprattutto se si ha intenzione di risparmiare un po’ di denaro.

Vivere in periferia a Milano: ecco dove

Alcuni recenti studi hanno dimostrato che alcune zone come ad esempio Città Studi o Lambrate, proprio appena fuori dal centro vero e proprio, sono tra le più convenienti in cui andare ad alloggiare. E comunque si tratta di località che stanno subendo dei cambiamenti e dei progressi decisamente non indifferenti.

Per quanto riguarda la periferia vera e propria, la scelta migliore sarebbe acquistare casa nella zona sud-est di Milano, soprattutto per quanto riguarda i costi delle abitazioni che sono accessibili e abbordabili. In genere, una casa nella periferia sud di Milano può costare intorno ai 2200 euro al metro quadrato di media.

Il paese più economico è Gratesoglio, con le abitazioni che vanno via a 1800 euro al metro quadro. Poi troviamo la zona del Secco e anche quella di Quarto Oggiaro (1900 euro al metro quadrato), anche se quest’ultima non è del tutto consigliabile da un punto di vista della sicurezza e della tranquillità. O almeno così si legge sui forum e sui blog.

Vivere nell’hinterland

Un’altra città che possiamo consigliare per quanto riguarda la periferia milanese è senza dubbio Cernusco sul Naviglio, soprattutto per quanto riguarda l’eleganza di questa cittadina, il tanto verde presente con numerosi parchi e piste ciclabili e un centro storico decisamente affascinante. Da non dimenticare anche il collegamento diretto con Milano attraverso la metropolitana verde. Ma, il rovescio della medaglia, è il costo delle case: Cernusco, infatti, rappresenta la cittadina dell’hinterland milanese più cara, in quanto comprare un alloggio in questo paese costa in media attorno ai 2350 euro al metro quadrato. Tra le località più costose troviamo anche Basiglio (2330 euro al metro quadrato) e anche Segrate (2320 euro al metro quadrato).

Alto milanese

Abbiamo appena visto le città più costose. Andiamo dunque ora ad analizzare quelle invece più economiche. Villa Cortese, una piccola cittadina che si trova nell’Alto Milanese dalle parti di Legnano, è la città meno cara nell’hinterland milanese, con i costi delle case che si aggirano in media intorno ai 1220 euro al metro quadrato. Poi troviamo la località di Ozzero, piccolissima cittadina composta da poco meno di 1500 abitanti e dove una casa costa di media poco meno di 1300 euro. Un vero e proprio affare per chi vuole risparmiare, vivendo in tranquillità e serenità. Interessanti anche le opzioni in riva all’Adda, dove si respira il clima di campagna, tra Paullo e Spino d’Adda, proprio dove sorge Contea d’Adda un progetto di casa funzionale, esteticamente di alta qualità, ecosostenibile, a meno di 20 km dal centro di Milano.

Cookie disabilitati
Share.

Leave A Reply