È arrivato il momento: avete deciso di vendere la vostra casa. E adesso che cosa si fa? Quali sono i primi passi da compiere e quali sono i professionisti che è necessario contattare? Ecco allora tutte le risposte a queste domande e quali sono tutti gli adempimenti che bisogna affrontare in questo caso, dalla ricerca dell’agenzia all’accoglienza dei potenziali acquirenti.

Come preparare la casa per la vendita

Quando si decide di vendere la propria casa è necessario affrontare un iter ben preciso. Per prima cosa dovrete decidere se affidarvi a un’agenzia immobiliare oppure procedere da soli. Gestire le trattative di vendita in modo autonomo è certamente più economico e vi farà risparmiare i costi e la percentuale dovuta all’agenzia, ma affidarsi a un team di professionisti per certi versi è più affidabile e a volte veloce.

Se decidete di procedere da soli, dovrete trovare da soli il vostro acquirente, stabilire il prezzo della vostra casa e gestire l’atto di vendita in autonomia con l’aiuto di un notaio che sbrigherà tutte le pratiche necessarie. Se invece decidete di chiedere aiuto a un’agenzia immobiliare, ecco riassunti brevemente tutti i passaggi che si dovranno affrontare.

Per prima cosa dovrete scegliere l’agenzia immobiliare che preferite. I grandi gruppi vi offrono il vantaggio dell’esperienza accumulata negli anni e la capacità di saper gestire le trattative, ma la scelta finale spetta comunque a voi. Una volta scelta l’agenzia, un agente vi contatterà per prendere visione della vostra casa e decidere quale sarà il prezzo di mercato entro il quale l’abitazione verrà valutata. Il primo incontro, in genere, è un’ispezione veloce, ma potrebbe rendersi necessaria più di una visita, soprattutto nel caso di abitazioni molto grandi, ville e villette.

Il passo successivo è quello di stilare la certificazione energetica dell’abitazione, oggi obbligatoria. In questo caso, è la stessa agenzia immobiliare ad avvalersi di alcuni collaboratori che si occuperanno di prendere visione dei serramenti e della caldaia per valutare le prestazioni energetiche.

Sbrigato anche questo passaggio, l’agenzia immobiliare invierà il proprio fotografo presso la vostra abitazione per scattare delle immagini che andranno a corredare l’annuncio che verrà messo on line. Quando il fotografo si presenterà a casa vostra, fate in modo di accoglierlo con la casa pulita e ben in ordine; anche se le immagini verranno comunque ritoccate, una fotografia che ritrae spazi ampi e ben in ordine è sempre meglio di un’immagine caotica che esprime disordine.

L’ultimo passo prima della messa in vendita è la comunicazione del prezzo di mercato. Anche se il risultato potrebbe non rispondere alle vostre aspettative, purtroppo sul valore di mercato in un periodo di crisi edilizia è molto difficile scendere a patti. Quando vi sarà comunicato il prezzo di vendita, e se sarete d’accordo, si procederà con i documenti per il mandato di vendita.

E adesso comincia la parte più complicata: riuscire a vendere la casa. Non dovrete far altro che aspettare che qualcuno, interessato all’annuncio, chiami l’agenzia per fissare un incontro per prendere visione dell’abitazione. Questo significa che dovrete sempre farvi trovare in casa, per accogliere l’agente e i potenziali acquirenti, e adottare alcuni particolari accorgimenti fondamentali.

Questo perché quando la casa sarà in vendita dovrete accogliere, insieme all’agente immobiliare, tutte le persone che saranno interessate a prendere visione dell’immobile in attesa di trovare l’acquirente definitivo. Di conseguenza, l’aspetto che la casa avrà sarà fondamentale e sarà un importante elemento di valutazione per chi la vedrà per la prima volta.

Spiegate tutto nel dettaglio all’agente e, quando arriveranno i possibili acquirenti, non interponetevi tra loro e l’agente immobiliare; dareste l’impressione di voler concludere in tutta fretta e potreste destare il sospetto di essere impazienti di vendere e questo potrebbe portare l’acquirente a cercare di abbassare ulteriormente il prezzo.

Alcuni aspetti andranno presi in considerazione per tempo, altri, che riguardano la pulizia della casa possono essere gestiti in essere. Nel primo caso rientrano tutti i lavori di manutenzione ordinaria; crepe, muri rotti e infiltrazioni non sono certo un buon biglietto da visita per vendere la propria casa. Pertanto, tutti questi lavori devono essere svolti per tempo, prima ancora di mettere in vendita la casa. Questo vi permetterà di alzare il prezzo di vendita e di non vederlo ulteriormente abbassato.

Share.

Leave A Reply