Chi è passato dalle sigarette normali a quelle elettroniche può dire di aver fatto una scelta intelligente per la salvaguardia della propria salute, ma anche del proprio portafoglio. Per risparmiare ulteriormente, ma soprattutto per poter scegliere in completa autonomia aromi su misura, sempre più  fumatori optano per il fai da te. Su internet si trovano, infatti, numerose informazioni e consigli sui liquidi sigarette elettroniche dai te. Chi, poi, non riuscisse a capire bene le istruzioni fornite dagli altri utenti, sempre grazie al web, ha anche la possibilità di visionare i numerosi video tutoria su Youtube. Perché scegliere liquidi sigaretta elettronica fai da te? Non è una novità che in tempi di crisi si cerchi di risparmiare su tutto. Se con  le ‘bionde’, invece di acquistare il pacchetto in tabaccheria, si comperavano cartine, filtri e tabacco sfuso per creare la sigaretta in autonomia, con le sigarette elettroniche la pratica è la stessa. Non si acquista tabacco, ma neanche filtri o cartine proprio perché tale nuovo metodo di fumare ha fatto sì che questi materiali venissero superati. Si acquistano i liquidi di base e degli aromi.

Come creare liquidi sigarette elettroniche fai da te

La miscela all’interno delle sigarette elettroniche è composta da: glicole propilenico e glicerolo vegetale.  A questi elementi di base si aggiungono eventualmente: aromi, nicotina, ma anche  acqua.  Per il fai da te, in modo da risparmiare sulla spesa e fumare qualcosa che possa far piacere, basta procurarsi la base e gli aromi. In realtà si può ulteriormente risparmiare denaro acquistando separatamente i due liquidi di base sopra menzionati, ovvero PG e VG e mischiandoli fra loro, ma servono alcune conoscenze specifiche che non sono alla portata di tutti. Solitamente è meglio optare per l’acquisto di una base già fatta ed andare sul sicuro senza rischiare di speculare troppo sui soldi spesi per un soddisfare un proprio vizio. Quando si acquista una base già fatta si deve tener conto delle percentuali delle sostanze che la compongono e controllare soprattutto quella riguardante il PG. È questa sostanza a fare da vero e proprio vettore dell’aroma che si sceglierà ed è quindi in base alla sua percentuale che si potrà avere un sapore più intenso e deciso o appena accennato.

L’importanza di un liquido né troppo concentrato, né troppo fluido

Una volta scelta la base si passa alla scelta di nicotina ed aromi senza dimenticarsi di non utilizzare mai, nei vari liquidi sigarette elettroniche fai da te, acqua del rubinetto. Deve, invece, essere usata è l’acqua distillata. Queste decisioni vanno prese in completa autonomia. Sugli aromi si può giocare prima di decidere quello che più piace. Si può cambiare aroma a seconda dell’umore o delle proprie preferenze oppure tentare anche di provarli tutti. L’ultimo consiglio degli esperti è quello di non andare mai a creare un liquido troppo denso. Alcuni modelli di sigarette elettroniche non li sopportano e finiscono con il danneggiarsi. A cedere per prima è la resistenza. Ci sono, però, controindicazioni anche per i liquidi troppo fluidi in quanto potrebbero creare fastidiose perdite.

Share.

Leave A Reply