La micosi della unghie è una patologia abbastanza comune che colpisce più o meno tutti almeno una volta nella vita.
Innanzitutto è bene capire di cosa stiamo parlando. La micosi delle unghie, o onicomicosi, è un’infezione che colpisce una o più unghie ed è spesso causata da un fungo. Generalmente si tratta di un disturbo non pericoloso: è un problema antiestetico e può diventare difficile da curare se trascurato. Può colpire sia le unghie delle mani che dei piedi, anche se è molto più comune nei secondi.
Generalmente è molto raro in giovane età e diventa più frequente con il passare degli anni.

I funghi sono microrganismi che sono normalmente presenti sul corpo umano e che solitamente vivono in una situazione di non aggressione con esso. Questi proliferano soprattutto in ambienti caldo-umidi, ma non sono in grado di aggredire l’organismo perché tenute a bada dal sistema immunitario. I funghi, però, possono prendere il sopravvento in presenza di alcune particolari condizioni e causare infezioni: ad esempio penetrando in piccoli tagli presenti sulla pelle oppure sfruttando un temporaneo calo delle difese immunitarie. In casi come questi, i funghi possono moltiplicarsi provocando così la comparsa dei classici sintomi.
Nella maggior parte dei casi, l’onicomicosi è causata da un fungo che appartiene al gruppo dei dermatofiti, ma può formarsi anche a causa di lieviti.

I sintomi più comuni dell’onicomicosi sono normalmente molto visibili in quanto le unghie perdono il loro colore naturale diventando bianche, nere, gialle oppure verdastre. Inoltre spesso si inspessiscono e diventa molto difficile tagliarle. In aggiunta causano fastidio e dolore e possono diventare molto fragili fino a staccarsi completamente.

Cosa fare in caso di onicomicosi?  Esistono numerosi tipi di creme e spray antimicotici che possono dare subito sollievo dopo poche applicazioni.
È comunque importante una valutazione medica per evitare il rischio che questa infezione possa progredire.
In pazienti sani, ossia soggetti senza particolari problematiche al sistema immunitario, l’onicomicosi non comporta complicazioni importanti, ma trascurare un’infezione alle unghie può renderla più difficile da curare senza contare il fatto che è possibile che il dolore aumenti in maniera sensibile e che possano subentrare danni permanenti alle unghie.

Come possiamo prevenire la ricomparsa della micosi delle unghie? Ovviamente è essenziale una corretta igiene sia a livello preventivo che durante la terapia di eradicazione dell’infezione. Indubbiamente utile è mantenere le unghie molto corte rimuovendo con le forbici e lime le crescite, facendo in modo che questo strumenti siano accuratamente disinfettati ogni volta e non condivisi con altri membri della famiglia.
In aggiunta, fate in modo di asciugare mani e piedi accuratamente facendo particolarmente attenzione alla pelle tra le dita. E’ importante indossare scarpe di buona qualità e calze di cotone, che favoriscano al piede una buona respirazione e traspirazione. Le calze devono essere cambiare frequentemente, soprattutto in caso di sudore eccessivo e, se possibile, è indicato togliere le scarpe durante la giornata e dopo aver fatto esercizio fisico alternando le scarpe chiuse con quelle aperte.
Soprattutto, è importante evitare di camminare scalzi in luoghi pubblici ed umidi come in piscina, nelle docce o negli spogliatoi.

Share.

Leave A Reply