L’alternativa all’acquisto dell’auto di proprietà esiste: è il noleggio a lungo termine. Chiunque abiti in una città italiana, potrà verificare da sé l’esistenza di questo servizio, che mira a far risparmiare ottenendo i vantaggi dell’auto nuova. I vantaggi sono di natura economica, operativa e gestionale. E riguardano non solo le aziende e i professionisti, ma anche i privati, che così possono accedere a un servizio che li farà risparmiare, ottenendo al contempo l’impiego della tanta desiderata automobile. Il noleggio a lungo termine, infatti, può essere applicato a ogni categoria e modello di veicolo e condiviso con dipendenti e familiari, senza per questo intaccare il costo di affitto. A Milano è facile ottenerlo, basta recarsi nei posti giusti.

Il vantaggio in termini di risparmio è evidente: è vero che l’auto una volta di proprietà rappresenta un asset da poter permutare, ma chi la usa molto per lavoro vede il valore diminuire giorno dopo giorno. Chi compra la macchina nuova spesso sceglie la formula del finanziamento, ma per potersi permettere quel tipo di modello, abbassa la rata iniziale in favore di una maxi rata finale. Con il noleggio a lungo termine si può “comprare” il modello desiderato, senza affrontare il rischio della svalutazione. Per aziende e partite IVA il noleggio è l’unico modo reale e concreto di controllare le spese. Sapere quanto costerà negli anni una flotta aziendale consente di calcolare al meglio il budget allocato, mantenendo i costi sotto controllo. Il canone può essere concordato all’inizio, anche dando anticipi, con formule di flessibilità molto più ampie del finanziamento.

In questa situazione la liquidità che rimane in tasca è più alta: non sono previsti pagamenti immediati per l’acquisto di una macchina, che in media costa più di 15 mila euro nei modelli maggiormente venduti tra le famiglie italiane. Per le flotte aziendali o per chi fa il rappresentante e ha bisogno di una vettura d’ordinanza questo è ancora meglio: non si paga nulla ora, né dopo. Il costo del canone può essere mantenuto fisso. Con l’impiego assiduo la manutenzione è un costo non a carico del proprietario, che pertanto non si deve più preoccupare della svalutazione. Quando il contratto sarà cessato potrà cambiare modello in favore di uno più nuovo, scegliendo cosa fare, senza alcun obbligo di riacquisto.

Per chi passa al noleggio a lungo termine, come detto, ci sono vantaggi gestionali e operativi non di poco conto. Dal punto di vista fiscale esistono le stesse deducibilità per l’acquisto. Un rappresentante di commercio ha diritto al 100% di detrazioni ad esempio. Non ci sono limiti al modello, se non di quelli offerti dalla gamma della società a cui vi state rivolgendo. Essa comunque funge da consulente globale per ogni problema. Una volta che si ordina la macchina, tutti i problemi burocratici sono a carico dell’azienda: l’assicurazione, il bollo, l’immatricolazione, le scadenze, la compilazione dei moduli di constatazione amichevole. Inoltre nel canone mensile, che ricordiamo è fissato in modo flessibile secondo le esigenze personali, sono compresi il bollo (o superbollo), il costo di immatricolazione, i premi assicurativi, gli interventi di manutenzione e riparazione ordinaria e straordinaria, la macchina di cortesia nel momento in cui l’altra sta ferma.

Share.

Leave A Reply