Per tutta quella categoria di operatori impegnati nei settori in cui si adoperano mezzi di trasporto pesanti, autoarticolati e carrelli elevatori è facile rompere o danneggiare i propri tablet industriali che, quotidianamente, vengono usati per svolgere lavori impegnativi. Da qualche tempo però, anche per questa categoria ci sono tablet con specifiche caratteristiche in grado di sopportare forti vibrazioni e violente sollecitazioni senza danneggiarsi, ideali in questi settori industriali, soprattutto quelli della grande distribuzione e dei trasporti. L’acquisto di questi dispositivi è in continua crescita e sono sempre più utilizzati come strumenti di precisione per ridurre i rischi di spedizione o potenziare le comunicazioni durante gli spostamenti e migliorare la qualità dei processi operativi. Infatti, un tablet veloce e ultrapotente rende più facili le comunicazioni e la condivisione di dati importanti all’interno del team, permettendo di essere sempre puntuali con le scadenze, gli ordini e i vari processi industriali in cui si richiede velocità e precisione. Però, è anche vero che non si può dipendere completamente da questi apparecchi perché, in caso di guasti o malfunzionamenti causati da enormi vibrazioni, acqua e polvere, c’è il rischio che l’intero sistema vada in crisi. Ed è qui che entrano in gioco i tablet industriali, meglio conosciuti come “rugged”, che sono molto più resistenti, ben protetti e con una capacità di elaborazione ed esecuzioni dati ultraveloce. Stesso discorso vale anche per i PC e gli smartphone che possono essere protetti da gocce d’acqua e polvere attraverso delle custodie che, però, non si rivelano la scelta giusta rispetto a un dispositivo provvisto di caratteristiche fully-rugged.

Perché acquistare un tablet industriale?

Molti consumatori sono indotti ad acquistare dispositivi elettronici non rugged con la falsa idea che una custodia possa impedire il danneggiamento del prodotto in caso di urti o cadute accidentali. Nella maggior parte dei casi, una semplice custodia non è di grande aiuto e si rivela un acquisto inutile. Alcuni settori, come quello della pubblica sicurezza, del magazzinaggio, della produzione industriale, della distribuzione e analoghi, sono quasi “costretti” ad investire in tablet industriali, nonostante il prezzo sia lievemente superiore rispetto ai comuni tablet che, purtroppo, non possono garantire determinate performance in certi contesti. Un esempio? un tablet rugged è lo strumento perfetto per chi maneggia un bulldozer, soggetto a vibrazioni continue, per l’asfaltatura di una strada oppure per chi è impegnato in lavori di carico e scarico container da un’automotrice, soggetta a frequenti scosse e sollecitazioni.

Investire in tablet di qualità progettati da aziende specializzate conviene?

Bisogna tener presente che acquistare tablet industriali rappresenta un investimento nel tempo ed è fondamentale optare per tablet rugged che hanno un tasso di guasto prossimo allo zero nei rigorosi test di utilizzo. Questo è il consiglio che le aziende costruttrici di tablet industriali, come www.ruggtek.it danno ai propri clienti, sempre più esigenti e attenti al progresso tecnologico. Lo staff di RUGGtek conosce bene i meccanismi, le prestazioni e le specifiche tecniche dei propri dispositivi che vengono progettati e testati seguendo rigorosi protocolli costruttivi e garantiti per durare dai 5 ai 10 anni. L’investimento iniziale sarà sicuramente maggiore a vantaggio però di una lunga durata dei dispositivi, i quali sono garantiti per tutto il loro ciclo vitale, con un supporto perpetuo per quanto riguarda l’implementazione e lo sviluppo di programmi e applicazioni.

Share.

Leave A Reply