È l’incubo di tutte le donne, dalle più in carne a quelle magre. La cellulite colpisce 9 donne su 10, per lo più su natiche e cosce, ed è in grado di resistere alle diete, agli esercizi e a molti trattamenti estetici.

Cos’è la cellulite?

È un inestetismo della pelle che si manifesta con il famoso aspetto bucherellato a buccia d’arancia, ma che indica in realtà un problema a livello del tessuto connettivo. Si tratta, in sostanza, di un aumento delle cellule adipose, ovvero di un accumulo di grassi in zone specifiche e circoscritte del corpo come le cosce, i glutei e i fianchi. Le principali cause della cellulite sono riconducibili all’azione degli estrogeni, ovvero gli ormoni sessuali femminili, elemento che spiega la predilezione che la cellula ha per le donne.

Tutti, infatti, abbiamo il pannicolo adiposo, che è uno strato di cellule di grasso posto sotto la cute e che serve da riserva di energia. Gli estrogeni favoriscono la ritenzione di liquidi e quindi contribuiscono ad innescare un processo di aumento di volume e rottura delle cellule del pennicolo adiposo, che vanno a spandere il loro contenuto di trigliceridi tra le cellule circostanti, creando malfunzionamenti nel microcircolo e rigonfiamenti del tessuto adiposo.

La pressoterapia

Uno dei rimedi più efficaci contro la cellulite è la pressoterapia. Si tratta di un massaggio meccanico che si effettua con uno speciale macchinario composto da strutture pneumatiche, ovvero gambali da indossare sulle gambe e una fascia sull’addome stando sdraiate sul lettino, alimentate da un compressore controllato elettronicamente. Il compressore, gonfiando e sgonfiando i gambali e la fascia addominale in sequenza unidirezionale, produce un’onda peristaltica dalla pianta del piede alla radice della coscia. Questa pressione sequenziale a onda promuove l’aumento dello scorrimento dei fluidi corporei dai piedi, dove ristagnano, verso i gangli linfatici superiori e il cuore, per essere espulsi o rimessi in circolo. I cicli sequenziali di pressione e sgonfiamento sono di breve durata e riprodotti per periodi di tempo variabili.

La pressoterapia funziona perché esegue un vero e proprio massaggio omogeneo e progressivo che implementa i naturali sistemi fisiologici di scorrimento dei liquidi e, di conseguenza, di smaltimento dei ristagni di liquidi responsabili di gonfiori e cellulite. Inoltre, la pressoterapia stimola e aumenta l’eliminazione del ristagno di liquidi e tossine negli spazi intercellulari dei tessuti, responsabili di gambe e caviglie gonfie. La pressoterapia è anche utile in caso di sindrome da gambe stanche, accumuli adiposi localizzati, edemi localizzati e diffusi. E, inoltre, migliora la circolazione veno – linfatica, il tono della cute ed il metabolismo.

È fondamentale affidarsi a centri specializzati con macchinari garantiti, ovvero gambali, fasce e bracciali costruiti con materiali sicuri, ovvero sacche resistenti e sovrapposte che si adattino bene alle diverse corporature e che producano pressioni controllate. È importante anche l’esperienza dell’operatore che deve essere in grado di analizzare in maniera corretta l’esigenza del cliente. La pressoterapia funziona anche sulle braccia, ma non si può usare in contemporanea con le gambe. Un vero e proprio toccasana.

Per approfondire:
https://consiglibenessere.org/bellezza/pressoterapia-funzionamento-benefici/

Share.

Leave A Reply