L’attività fisica può migliorare la salute di molte persone se somministrata in modo e in quantità corretta e seppur sempre più studi scientifici lo confermano, si preferisce, erroneamente, affidarsi unicamente all’aiuto dei farmaci: più credibili, non richiedono troppi sforzi e tempo. In questa guida scopriremo e dimostreremo l’ efficacia dell’attività fisica come farmaco e come poter cosi ingerire meno chimica nell’ organismo.

L’attività fisica come farmaco

In alcuni paesi, come ad esempio la Francia, si sta facendo sempre più avanti l’ipotesi di trattare l’attività sportiva come fosse un antibiotico o un’aspirina da far prescrivere, con tanto di ricetta medica, per cercare di arginare l’eccessiva sedentarietà della popolazione. La vita sedentaria è spesso la causa di numerosi disturbi e di vere e proprie malattie, che ci portano ad ingerire sempre più farmaci che a loro volta contribuiscono a danneggiare, nel tempo, la salute.

Un vero circolo vizioso che si può fermare con un’informazione educativa, rivolta specialmente ai giovani, più consapevole sulla cura del proprio corpo, non solamente estetica ma anche a livello salutistico, attraverso l’esercizio fisico.

Il concetto di attività fisica come farmaco è ben lontano dall’esser compreso se ci si avvicina allo sport unicamente per dimagrire o per modellare le proprie forme, per poi ritornare ad una vita sedentaria, una volta raggiunto l’obiettivo, è molto importante quindi, riconoscerne gli innumerevoli vantaggi sul piano fisico e mentale.

Benefici dell’attività fisica

Numerose ricerche scientifiche attribuiscono all’esercizio fisico il potere curativo, la cui efficacia, in alcuni casi è paragonabile a quella dei farmaci. Basta pensare che nel caso di un ictus, una riabilitazione concentrata sull’attività motoria risulta essere molto più efficace rispetto a qualsiasi tipo di medicinale.

Il potere dell’attività fisica come farmaco, ci viene dimostrato dai numerosi benefici che comporta sul sistema cardiocircolatorio: diminuendo la pressione arteriosa, aumentando il colesterolo HDL e riducendo così il rischio cardiovascolare, abbassa inoltre i trigliceridi nel sangue e la viscosità diminuendo il rischio di trombosi. Se si pensa che le malattia cardiovascolare è una delle prime cause di morte nell’occidente, è decisamente confortante sapere che attraverso l’esercizio fisico si possa prevenire, azzerando i fattori a rischio.

Lo sport è anche un ottimo strumento, terapeutico, nel trattamento del diabete, aiuta a rafforzare la muscolatura, le articolazioni, ad aumentare la densità delle ossa prevenendo l’osteoporosi e tutti quei disturbi dell’età avanzata come mal di schiena, artrosi ecc..

La validità dell’attività fisica come farmaco è confermata altresì dall’efficace aiuto contro lo stress, ansia, depressione , grazie al rilascio delle endorfine prima e dopo la cura!

Non si creda che occorra strafare, sudando le sette camicie, per stare bene e ricorrere meno ai medicinali, un sano e costante movimento fisico, tre volte alla settimana è di sicuro sufficiente. Esistono poi tantissimi modi divertenti per stare in forma e ricaricarsi come ballare, nuotare, sciare, fare lunghe e rilassanti passeggiate a piedi o in bici e cosi via.. L’importante è trovare una o più attività preferite per dare sfogo alla propria vitalità nel modo più corretto possibile.

Share.

Leave A Reply